Per le Scuole

Lettera ai Professori

Ill. mo Prof./Prof.ssa,

La informiamo che la Compagnia CASTALIA, considerata una delle Compagnie Teatrali più prestigiose nell’allestimento di commedie classiche a livello nazionale, porterà in scena il capolavoro della commedia latina “RUDENS” di T. Maccio Plauto, con l’adattamento e la regia di Vincenzo Zingaro. Le rappresentazioni avranno luogo a Roma, presso il TEATRO ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico), dal 5 NOVEMBRE 2018 al 16 APRILE 2019, alle ore 10,30. Lo spettacolo fa parte dell’importante percorso di rivisitazione del Teatro Classico che, alla guida della Compagnia CASTALIA, Vincenzo Zingaro porta avanti da 26 anni, riscuotendo uno straordinario successo di pubblico e di critica, al Teatro Arcobaleno e nell’ambito di prestigiosi Festival (OSTIA ANTICA, TAORMINA, PAESTUM, POMPEI, SEGESTA, FERENTO, TEATRI DI PIETRA, VENOSA, AVELLA, FORMIA e tanti altri). Dal 2002, le regie delle commedie classiche di Vincenzo Zingaro vengono studiate presso l’Università di Roma “La Sapienza” ed altri Atenei Europei. Numerosi saggi di importanti studiosi attestano lo straordinario valore culturale e l’unicità del lavoro drammaturgico e registico svolto da Zingaro sulla commedia classica antica. Ricordiamo il recente saggio “METTERE IN SCENA LA COMMEDIA CLASSICA OGGI: IL TEATRO DI VINCENZO ZINGARO” di Giovanni Antonucci (storico del Teatro, critico, docente universitario, responsabile Teatro per l’Enciclopedia TRECCANI), pubblicato a febbraio del 2015 sulla prestigiosa rivista “Teatro contemporaneo e Cinema”. Presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della “Sapienza” sono state realizzate due TESI DI LAUREA dedicate a Vincenzo Zingaro: nel 2010, “IL TEATRO CLASSICO DI VINCENZO ZINGARO”, relatore Prof.ssa Beatrice Alfonsetti; nel 2015, “IL TEATRO DI PLAUTO NELLA MESSINSCENA DI VINCENZO ZINGARO”, relatore Prof.ssa Maria Teresa Scotti. Sin dal 1992, Vincenzo Zingaro, alla guida della Compagnia CASTALIA, ha sviluppato un importante progetto di formazione del pubblico giovanile, riuscendo ad avvicinare con entusiasmo al teatro classico centinaia di migliaia di giovani (ogni anno assistono alle sue rappresentazioni circa 20.000 studenti, provenienti dalla maggior parte dei Licei di Roma e del Lazio, nonché da altre Regioni), dando vita a un fenomeno culturale unico in Italia.

“RUDENS” (La gòmena) è una delle opere più affascinanti di Plauto, dotata di squisita freschezza e di atmosfere fiabesche, per l’inconsueta ambientazione marina in cui si svolge la vicenda. Basti pensare al prologo, in cui Giove, scatena una tempesta, in seguito alla quale viene affondata la nave del fraudolento lenone. Si presume che proprio da questa scena Shakespeare abbia preso spunto per l’elaborazione de “La Tempesta”. Ci troviamo di fronte ad un’opera estremamente interessante che, nel corso dei secoli, ha ispirato insigni autori: dall’Ariosto, che nella “Cassaria” ne trasse fortemente spunto, al Ruzzante nella “Piovana”, al Della Porta ne “La fantesca”, ecc. Interessante, anche perché Plauto, in maniera davvero inusuale, sembra in questa commedia aver mitigato gli eccessi puramente farseschi e licenziosi che contraddistinguono la sua creatività, a favore di un tono generale più intimista, più attento a certi aspetti etici, senza per questo nulla togliere al divertimento e alla godibilità dell’opera, che, anzi, si presenta così più ricca di elementi variegati. Per questa particolarità, si è pensato ad una maggiore aderenza al modello greco, in questo caso offerto da Difilo, celebre autore della Commedia Nuova. L’opera costituisce uno splendido esemplare in cui intravedere il passaggio dalla Commedia nuova greca (la nèa) alla Commedia latina (la palliata), offrendo l’occasione di assaporare gli echi di tutta la tradizione teatrale italica, fino ad abbracciare le più moderne forme di spettacolo, come la Commedia musicale, di cui Plauto può essere considerato il precursore. Lo spettacolare e divertente allestimento di Vincenzo Zingaro recupera tutti gli aspetti della commedia, attraverso un impianto scenico di grande suggestione e un gioco attoriale particolarmente adatti a coinvolgere un pubblico di giovani, offrendo loro la possibilità di avvicinarsi alla commedia latina in maniera dinamica e coinvolgente. Come consuetudine, al termine di ogni rappresentazione, seguirà un dibattito con il regista e gli attori. Pertanto, saremmo lieti di ospitare anche gli studenti del suo Istituto.

Le rappresentazioni avranno inizio alle ore 10,30. Il costo del biglietto è di € 12,00. Il TEATRO ARCOBALENO ha una capienza di 220 posti ed è situato a Roma, in via F. Redi 1/a (via Nomentana, angolo viale Regina Margherita) – Fermata METRO POLICLINICO. Per informazioni e prenotazioni può rivolgersi ai seguenti recapiti: 06.44248154 – 347.9575278. In attesa di incontrarla personalmente, le porgiamo distinti saluti.

Il Responsabile organizzativo: Barbara Gai Barbieri

Progetto ``RUDENS``

– legge regionale n. 15/2014 – Annualità 2018