Spettacolo Abbonamento

Per le Scuole

info_spettacolo
Aulularia
Matinèe (dal Lunedì al Venerdi' ore 10:30)

Matinèe (dal Lunedì al Venerdi' ore 10:30)

dal 6 Novembre al 22 Dicembre 2017 e dall'8 Gennaio al 13 Aprile 2018

AULULARIA (La commedia della pentola)
di 
T.M. Plauto

Adattamento e Regia Vincenzo Zingaro

con Ugo Cardinali, Rocco Militano, Fabrizio Passerini, Annalena Lombardi, Laura De Angelis,

Piero Sarpa

Musiche Giovanni Zappalorto - Scene Vincenzo Zingaro - Costumi Emiliana Di Rubbo

Disegno Luci Giovanna Venzi - Organizzazione Barbara Gai Barbieri

Produzione CASTALIA Compagnia Teatrale

Note 

LETTERA AI PROFESSORI

4 settembre 2017

Ill. mo Prof./Prof.ssa,

La informiamo che la Compagnia CASTALIA, considerata una delle Compagnie Teatrali più prestigiose nell’allestimento di commedie classiche, a livello internazionale, porterà in scena il celebre capolavoro della commedia latina “AULULARIA” di T. M. Plauto, con l’adattamento e la regia di Vincenzo Zingaro. Le rappresentazioni avranno luogo a Roma, presso il TEATRO ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico), dal 6 NOVEMBRE 2017 al 13 APRILE 2018.

L’evento, realizzato con la collaborazione del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA'CULTURALI, inserito dall’UNIVERSITA’ DI ROMA “LA SAPIENZA” nel progetto internazionale “IL TEATRO CLASSICO OGGI”, rappresenta una tappa importante nel percorso di rivisitazione del Teatro Classico che, alla guida della Compagnia CASTALIA, Vincenzo Zingaro porta avanti  da 25 anni, riscuotendo uno straordinario successo di pubblico e di critica, al Teatro Arcobaleno e nell’ambito di prestigiosi Festival (OSTIA ANTICA, TAORMINA, PAESTUM, POMPEI, SEGESTA, FERENTO, TEATRI DI PIETRA e tanti altri).

Dal 2002, le regie delle commedie classiche di Vincenzo Zingaro vengono studiate presso l’Università di Roma “La Sapienza” ed altri Atenei Europei. Numerosi saggi di importanti studiosi attestano lo straordinario valore culturale e l’unicità del lavoro drammaturgico e registico svolto da Zingaro sulla commedia classica antica.  Ricordiamo il recente saggio “METTERE IN SCENA LA COMMEDIA CLASSICA OGGI: IL TEATRO DI VINCENZO ZINGARO” di Giovanni Antonucci (storico del Teatro, critico, docente universitario, responsabile Teatro per l’Enciclopedia TRECCANI), pubblicato a febbraio del 2015 sulla prestigiosa rivista “Teatro contemporaneo e Cinema”.  Presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della “Sapienza" sono state realizzate due TESI DI LAUREA dedicate a Vincenzo Zingaro: nel 2010, “IL TEATRO CLASSICO DI VINCENZO ZINGARO”, relatore Prof.ssa Beatrice Alfonsetti; nel 2015, “IL TEATRO DI PLAUTO NELLA MESSINSCENA DI VINCENZO ZINGARO”, relatore Prof.ssa Maria Teresa Scotti.
Sin dal 1992, Vincenzo Zingaro, alla guida della Compagnia CASTALIA, ha sviluppato un importante progetto di formazione del pubblico giovanile, riuscendo ad avvicinare con entusiasmo al teatro classico centinaia di migliaia di giovani, dando vita a un fenomeno culturale unico in Italia. 

“AULULARIA” (La commedia della pentola) è una delle opere più divertenti e significative di Plauto, uno splendido esempio di “commedia di carattere”, emblematico del passaggio dalla commedia greca (la nèa) alla commedia latina (la fabula palliata)e quindi a quella moderna.
Il carattere burbero e avaro del protagonista (che Plauto mutua dal “Dyskolos” di Menandro), si imporrà nei secoli, tanto da generare un prototipo, al pari dell’altra figura intramontabile del teatro plautino, quella del soldato spaccone nel “Miles gloriosus”. Ricordiamo che Molière elaborò il suo celebre AVARO rifacendosi proprio all’AULULARIA.
Lo straordinario allestimento di Vincenzo Zingaro restituisce tutti gli aspetti del teatro plautino,proiettando l’opera in una dimensione interculturale, in una sorta di comunità multietnica, fiabesca e surreale, dove si fondono svariati elementi linguistici e figurativi (tale d'altronde doveva apparire Roma, per molti aspetti, ai tempi di Plauto). La vicenda del vecchio avaro Tienichiuso (i nomi dei personaggi sono quelli tradotti da Ettore Paratore), diventa così una favola senza tempo, dove è l’aspetto ludico a dettare le sue leggi: il tema dell’avarizia, diventa oggetto di un’indagine etica condotta “modernamente” sulle antiche orme tracciate dal più grande commediografo di tutti i tempi. 
Lo spettacolo è divertentissimo ed è raccomandabile anche agli studenti delle scuole medie inferiori, anzi, proprio per i più giovani, può costituire l’occasione ideale per un primo approccio con il mondo del teatro, offrendo la possibilità di avvicinarsi alla commedia latina in maniera dinamica e coinvolgente. Come consuetudine, al termine di ogni rappresentazione, seguirà un dibattito con il regista e gli attori. Pertanto saremmo lieti di ospitare anche gli studenti del suo Istituto. 

Le rappresentazioni avranno inizio alle ore 10,30.  Il costo del biglietto è di € 12,00.

Il TEATRO ARCOBALENO ha una capienza di 220 posti ed è situato a Roma, in via F. Redi 1/a (via Nomentana, angolo viale Regina Margherita) - Fermata METRO POLICLINICO.

Per informazioni e prenotazioni può rivolgersi ai seguenti recapiti: 06.44248154 - 347.9575278

In attesa di incontrarla personalmente, le porgiamo distinti saluti.  

Il Responsabile organizzativo: Barbara Gai Barbieri  

Corporate Site - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.