Spettacolo Abbonamento

L'ASINO D'ORO

info_spettacolo
L'asino d'oro
dal 12 al 22 ottobre 2017

giovedì, venerdì e sabato ore 21:00 - domenica ore 17:30

L'asino d'oro
di 
Lucio Apuleio

Adattamento e Regia Francesco Polizzi

con Francesco Polizzi, Martin Loberto, Francesca Dinale, Giancarlo Commare,
Alessandra De Rosario, Vincenzo Iantorno.

Musiche Francesco Accascina  Trucco Ketty Romano

Organizzazione Laura Pagliani

Produzione ERANOS

Note 

Il giovane Lucio, apprendista mago viene prima trasformato per errore in asino e poi, attraverso una serie di peripezie, incontri e racconti, finalmente restituito alla natura umana, grazie all’intervento della dea Iside. Ma prima di giungere alla liberazione, una curiosità irresistibile condurrà Lucio attraverso infinite avventure, in un florilegio di incontri con maghi, briganti, dee ed animali fantastici. Nel mezzo del viaggio il nostro eroe si imbatterà nel racconto di Amore e Psìche, che riproduce in versione di favola esoterica l’intera vicenda e ne svela allo spettatore il carattere iniziatico.
L’appassionante avventura on the road si rivela quindi allegoria del percorso spirituale dell’uomo, da bestia ad angelo.

Note di Regia 

La scherzosa storia del giovane Lucio, appassionato di incantesimi e prodigi, che per un fatale scambio di filtri magici si trasforma in un asino, e solo dopo molte tormentose peripezie riesce a ritrovare il suo aspetto umano grazie all’intervento divino di Iside, racchiude un significato profondo non molto distante dal simbolo tragico per eccellenza: Edipo. Come per Edipo la vera colpa di Lucio è la sua smania di sapere, quella curiositas, per cui non arretra di fronte a nessun pericolo. Ciò che Lucio vuole imparare dalla maga Panfile – asservire al proprio potere le forze naturali e divine – è la più tragica hybris nella quale possa incorrere una creatura umana: e come Edipo dovrà pagare la sua superiore intelligenza con l’accecamento e con il lungo vagabondare senza patria, sprofondato in esperienze degradanti che lo portano a conoscere una realtà di dolore, violenza e perversione. E come per Edipo le disavventure di Lucio sono allo stesso tempo punizione e veicolo per una più adulta maturità.
Ma lontano dai toni tragici dell’eroe di Sofocle, Lucio trova invece la sua espiazione attraverso la farsa, la commedia buffonesca, la mescolanza di alto e basso, sublime e  immondo, che ne fanno il modello di tutti i romanzi di formazione.

Corporate Site - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.